Blog: http://CipollePresbiti.ilcannocchiale.it

Algos. Dolori e nostalgie selettive

La nostalgia è una cosa tipo la nevralgia, la lombosciatalgia e altre antipatiche robe che finiscono in -algia.
"Algos" è, difatti il "dolore".
La nostalgia è un dolore, il dolore di uno sperato ritorno, e dicono che possa fare anche molto male, nel tempo.
Però non è un dolore inutile. Contiene in sè una parte di sogno, cioè di futuro, oltre che di passato.
Una nostalgia, a differenza di una lombosciatalgia, può farti muovere in avanti tornando indietro, perchè magari ti accorgi che la strada di oggi è sbagliata.

La memoria, si sa, può fare brutti scherzi: si può provare nostalgia per una cosa o una situazione perduta nel tempo, che ci sembra, nel ricordo, molto più bella di quanto non la considerassimo mentre la vivevamo. Si può avere nostalgia dei propri vent'anni perchè si dimentica quanto in realtà sia complicato gestire all'inizio il passaggio all'età davvero adulta -il lavoro, ad esempio.
Oppure si può avere nostalgia di certi modi di essere di tutti, o prevalentemente di tutti.

Io non ho nostalgia dei miei vent'anni: ho nostalgia, invece, di come fossero i luoghi quando avevo vent'anni. Ho nostalgia di quelle strade del centro dove i negozi non sono tutti uguali. Ho nostalgia delle vecchie antiche pasticcerie con le vetrinette, dei profumi di pane dai fornai, e ho nostalgia del fatto che ci fosse sempre una speranza di miglioramento -fare una cosa oggi perchè domani sia migliore.

Mi pare che siano tempi, per l'occidente, privi di speranza, cioè di futuro. Chissà se non potrebbe aiutarci un pò di nostalgia. Per esempio la nostalgia di sentirsi in una comunità civile, di cittadine e cittadini.

P.S. Cipolle perchè ci-polle. Presbiti perchè non è male vedere lontano.

Pubblicato il 6/3/2011 alle 16.0 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web